Progetti

Con l’obiettivo di collaborare con le altre realtà presenti nel rione, l’Associazione ha dato il via, nell’anno scolastico 2014-2015, a una serie di progetti con la scuola Verdi/Rossini.

Dopo scuola Rossini e scuola di italiano per donne migranti

OBIETTIVO:  Provare  a  costruire  un  percorso  di  supporto  all’apprendimento,  in  accordo  con  gli  insegnanti,  per  le  bambine  e  i  bambini  delle  classi  primarie.  L’idea  è  quella  di  aiutare  i  bambini  a  svolgere  i  compiti  e  ad  approfondire  gli  argomenti  trattati  in  classe,  laddove  gli  insegnanti  riscontrino  necessità  particolari  di  tipo  personale  e  familiare.

Da novembre 2014 due volontarie dell’Associazione svolgono un servizio di doposcuola alla Scuola Elementare due volte alla settimana. Tale attività coinvolge bambini e bambine di I, II, IV e V che provengono da classi non a tempo pieno, magari arrivate/i da poco in Italia, con più evidenti problemi di inserimento dovuti a vari motivi (lingua, lavoro della famiglia, difficoltà di inserimento nella classe, ritorni periodici al paese da cui provengono). Il nostro ruolo –  come Associazione – è quello di dare assistenza a tutto campo ai/alle bambini/e: dallo studio singolo (aiuto nei compiti), ad attività finalizzate ad una migliore socializzazione sia nella scuola che ne giardino e nel quartiere tramite giochi.

Inoltre da più di un anno l’Associazione promuove anche corsi di italiano mattutini per donne migranti, madri di alunni e alunne del complesso scolastico Verdi – Rossini.

Il 1 Giugno 2017 abbiamo riunito tutte le partecipanti ai corsi di italiano presso la Scuola Primaria Rossini per consegnare loro un attestato di partecipazione ai corsi.

Pur non avendo valore legale, questa piccola cerimonia ha permesso di dare visibilità alla scelta di queste donne, di proseguire nel processo di interazione con la società in cui si trovano a vivere.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi

 

 

Per il servizio fotografico completo dell’incontro, andate su https://www.facebook.com/Assojacopino/posts/1395409730553968

Il nostro lavoro associativo si è esplicato attraverso dei corsi di avviamento alla lingua e alla società italiana tenuti da volontarie, giunti alla quarta edizione.

Il 6 giugno 2017 un gruppo di 13 donne e un uomo concluderanno con un regolare esame il corso superiore, tenuto da insegnanti del Centro Provinciale Istruzione per gli Adulti di Firenze, che ha due gruppi, uno di mattina e uno in orario pomeridiano.

Ringraziamo le donne migranti che hanno messo tanto entusiasmo in questo percorso e che ci hanno a loro volta ringraziato calorosamente. Da parte dell’Associazione un grazie particolare alle  insegnanti e al dirigente della Scuola Primaria Rossini che ha messo a disposizione permanente un’aula per le nostre esigenze.

La scuola continuerà con un incontro settimanale al giardino per non smettere di leggere e …. parlare in italiano, il mercoledì dalle 9 alle 11.

Da Settembre 2017 contiamo di riprendere sia i corsi di avviamento all’italiano tenuto da volontarie, che quelli che rilasceranno l’attestato per ottenere i permessi di soggiorno !

 

 


 Il  Gioco  murales

OBIETTIVO:  realizzazione  di  un  gioco/murales  su  uno  dei  muri  di  cinta  del  Giardino  prospicente  la  scuola  (Giardino  di  San  Jacopino)  con i bambini/e  della Scuola Primaria Rossini. AA 2014/2015

Il Progetto GiocoMurales nasce dall’idea di cittadinanza partecipata come uno dei fondamenti su cui si costituisce l ‘Associazione.  Il Progetto ha visto il coinvolgimento attivo di due classi IV (A e C) della scuola primaria Rossini, sia nella fase progettuale che in quella esecutiva, per la realizzazione di un murales. Il GiocoMurales  ‘GIUNGLA IN CITTA’’ rappresenta di fatto un insieme di elementi animali e vegetali di dimensioni varie disposti in modo tale da creare un dipinto con cui interagire e poter giocare seguendo alcune indicazioni a lato (‘gioca nella giungla’), o in forma assolutamente libera, come i bambini sanno fare.

Il progetto ha previsto essenzialmente 3 fasi:

 FASE 1 – le prime bozze: ogni  bambino/a  ha realizzato su un foglio A4 un disegno di un animale, realistico o fantastico, o di un elemento vegetale (alberi, piante, fiori) seguendo la propria idea personale e avendo cura dei particolari e dell’uso dei colori, dando inoltre un nome alla propria creatura e annotando il proprio nome  e la classe di provenienza.

 FASE 2 – composizione del disegno: una volta ricomposti gli elementi in un quadro d’insieme che rappresenti il bozzetto del murales, per mezzo di un proiettore, i singoli disegni sono stati ingranditi e proiettati su grandi fogli che sono stati ritagliati dai bambini in classe per poi essere riportati sul muro del Giardino e ricomposti in un quadro d’insieme. I contorni degli animali/piante sono stati dipinti sul muro in modo da riportare fedelmente la sagoma dei soggetti originali, anche i particolari dei disegni così come erano stati realizzati dai bambini.

 FASE 3 – Esecuzione del Murales: in orari concordati con le insegnanti, le classi sono state portate al Giardino diverse volte durante l’orario scolastico in cui le bambine/bambini hanno potuto colorare i loro bozzetti, decidendo i colori da utilizzare, lo sfondo ecc. dietro il tutoraggio costante delle/dei volontarie/i  dell’Associazione e delle insegnanti.

Vedi anche l’Articolo della La Nazione
Ecco il video con lo “svelamento” del GiocoMurales, il giorno della sua inaugurazione e presentazione alla cittadinanza (9 Giugno 2015)

 Ecco il servizio andato in onda sul TG regionale di Rai 3 il 10 Giugno 2015 alle 14.00 sull’inaugurazione del GiocoMurales

Ecco il video e l’articolo uscito su Il Reported il 16 Giugno 2015

20150513_080226    20150513_080255IMG-20150411-WA0012               20150508_11062220150508_111220 IMG-20150421-WA0001

DSCN3424 DSCN342120150608_082211 20150608_082219 20150608_082228 20150608_082238 20150608_082247 image (3)image (5) image (8) image (10)image (13) image (14) image (15)image


Orti-­‐cultura in  Giardino  

OBIETTIVO:   Realizzazione   di   un   breve   percorso   didattico   con   le   scuole,   che   ruoti   intorno   ai   temi  dell’ecologia  e  dell’educazione  ambientale.  L’  obiettivo  finale  è  la  realizzazione  di  un  orto  didattico  e  di  una  giornata  incentrata  sulla  cultura  del  verde  da  organizzare  al  Giardino  di  San  Jacopino.  Il progetto è pensato per i  bambini  delle  classi  V  elementare,  ragazzi  delle  medie

Per questo progetto abbiamo ottenuto un finanziamento dal ChiantiBanca


 Riconosciamo  gli alberi del nostro Giardino 

OBIETTIVO:   Percorso   di   conoscenza   e   riconoscimento   delle   piante   arboree   e   arbustive   tramite   chiavi  dicotomiche  semplificate.  Racconti,  miti,  utilizzo  ed  esigenze  ambientali  degli  alberi  presenti  nel  Giardino  di  San  Jacopino. AA 2014/2015

TARGET: ragazze/ragazzi delle prime medie della Scuola Verdi

OGGETTO: i ragazzi/ e  ed  i/le  bambini/e    verranno  suddivisi  in  squadre  ed  ogni  squadra  adotterà uno  o  più  alberi.  Verranno  fatte  delle  ricerche  sui  miti  legati  alle  specie  presenti  nel  giardino,  ed  effettuato  il  riconoscimento  di  ciascuna  tramite  foglie  e  rametti e chiavi dicotomiche

20150513_082119 20150513_082512 20150513_084558